Home

NOSCE TE IPSUM

“Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. Nella casa del Padre mio vi sono molti posti. Se no, ve l’avrei detto. Io vado a prepararvi un posto; quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, ritornerò e vi prenderò con me, perché siate anche voi dove sono io. E del luogo dove io vado, voi conoscete la via”.

Giovanni 14

Esploro

Dentro me. Metto in dubbio e scanso le certezze senza giudizio. Mi osservo come se fossi un altro fino a liberare la mente da ogni pensiero. Persevero giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno. Forse non basterà l’intera Vita ma resisto, per mezzo della Volontà.

Scopro

Chi sono. Non ciò che fino ad oggi ho creduto di essere. Accedo a parti del mio essere delle quali ho troppo a lungo ignorato l’esistenza, che mi mostrano l’immensa ignoranza in cui verso. Ma soprattutto trovo un’inesauribile fonte di energia, di cui ero inconsapevole, l’Anima.

Vivo

La Vita. Quella che porta a riscoprire la capacità che ha il bambino di meravigliarsi. Quella che sussurra di non dar nulla per scontato ed apprezzare tutto come un dono. Quella che insegna che la felicità è nel cammino e mai nella meta, nella domanda e mai nella risposta.

Il verbo dovere è un’invenzione della personalità atta a deresponsabilizzare l’uomo e dargli l’illusione di essere giustificato agli occhi della propria Anima.

Millán

E venne il giorno in cui l’uomo dovette far i conti con la propria coscienza.

Quando toccò a me, iniziò un viaggio infinito, che mai dirà chi sono, ma rivela continuamente il non essere ciò che credo di essere.

Chi sono

Sto cercando di scoprirlo. Per il momento mi definisco un pensatore-sognatore, non so se libero, e credo che il potere più grande degli esseri umani sia l’immaginazione, tramite la quale creano la realtà in cui vivono.

Contatti

email:

millan@blu.it

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito